Con l'annullamento da parte del Tar del Lazio della prova scritta del concorso dei presidi, che dunque si dovrà ripetere, si perpetua il caos attorno alla nomina dei nuovi dirigenti scolastici.
Da anni infatti i concorsi non si riescono a portare a termine determinando così le cosiddette reggenze da parte dei presidi che sono obbligati a gestire, oltre alla propria scuola, anche altri istituti contemporaneamente.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi