Uno, nessuno, 100Milan26/04/2019

Il ritiro sociale degli adolescenti

  • 0

Una generazione cresciuta nella rete, sempre connessa, ma allo stesso tempo sempre più sola. Tutto a causa della rivoluzione digitale che, se da una parte ha sviluppato nuovi ambienti espressivi, dove i giovani trovano nuove e infinite possibilità, dall' altra ha creato uno spazio dove gli adolescenti e non solo, si rifugiano in occasioni di profonde crisi, con comportamenti che in alcuni casi sfociano nella dipendenza da videogames o con un vero e proprio ritiro sociale. Con il tablet o il pc come uno unico collegamento con il mondo esterno. Ne parliamo insieme alla mamma di un ragazzo hikikomori 22enne, all'esperto di videogames Emilio Cozzi e allo psicologo e psicoterapeuta Matteo Lancini, curatore del saggio "Il ritiro sociale negli adolescenti. La solitudine di una generazione iperconnessa".

Da non perdere

Noi per voi