• 0

Nessuna conferma ufficiale, solo una voce insistente per la quale dietro al sequestro dei due pescherecci di Mazara del Vallo da parte di militari di Haftar ci sarebbe una sorta di ricatto. I 18 pescatori italiani fermati in cambio di quattro libici detenuti in Italia, condannati a 30 anni di carcere dalla corte d'Appello del Tribunale di Catania con l'accusa di essere scafisti e carcerieri. Ne parliamo in questa puntata insieme all'armatore di una delle due imbarcazioni coinvolte. Approfondiamo il tema scuola, a seguire, perché tra le lacune con cui ha suonato la prima campanella, una grossa voce è rappresentata dalla mancanza di insegnanti di sostegno.

Da non perdere

Noi per voi