Un libro tira l'altro20/05/2018

Dov'è il posto dei giovani?

  • 0

Gli ultimi dati occupazionale per i giovani tra i 15 e i 24 anni dicono che il tasso di disoccupazione è sceso di 4 punti percentuali. E’ una buona notizia, in contraddizione con altre notizie meno buone riguardanti questo sempre più esile segmento della società, che vogliamo leggere con insieme a Francesco Cancellato, autore di “Né sfruttati, né bamboccioni. Risolvere la questione generazionale per salvare l’Italia” (Egea, 116 pp., € 16,00) .

“L’Italia è un paese generalmente arretrato nelle competenze digitali, ancora incardinato su una manifattura vecchia e un’amministrazione vecchissima” dice Cancellato. Al contrario i giovani hanno alte competenze sulla frontiera dell’innovazione, ma noi non siamo in grado di valorizzarli e sfruttarli per migliorare l’intero sistema-paese. Non solo non sappiamo coinvolgere i giovani, ma addirittura li stiamo colpevolizzando di questo mancato sfruttamento sulla base di una pigrizia generazionale. “Questa retorica è un gioco a somma zero -continua Cancellato- perché penalizza i giovani che si sentono spinti a lasciare il paese e dall’altro lato penalizza il paese che perde la possibilità di sopravvivere privandosi dei giovani”, gli unici che possano essere i produttori di valore del futuro.

Il libro è anche un manifesto per riportare al centro dell’attenzione il tema delle prospettive delle giovani generazioni che oggi sono pesantemente penalizzate da un dibattito spesso retorico e inconcludente, che non coglie le questioni che dovrebbero essere affrontate per restituire serenità al futuro dei giovani, soprattutto se si tiene conto che il problema giovanile in Italia è più forte, se non molto più forte, che nella gran parte del resto d’Europa.


RECENSIONI

“Io, figlio di mio figlio. Quello che il genitore di un autistico non racconterà mai” di Gianluca Nicoletti

(Mondadori, 240 pp., € 18)

 

“Storia della mia ansia” di Daria Bignardi

(Mondadori, 188 pp., € 19)


“Fatti privati e pubbliche tribù” di Maria Latella

(San Paolo, 254 pp., € 18)


“La bambina nel buio” di Antonella Boralevi

(Baldini e Castoldi, 594 pp., € 20)


“Il male inutile” di Marco Lupis

(Rubettino, 248 pp., € 16)


IL CONFETTINO

“Come? Cosa?” di Fabian Negrin

(Orecchio Acerbo, 40 pp., € 16)

Da non perdere

Noi per voi