Un libro tira l'altro12/06/2022

Ceccarelli: nei social c'è tutta la nostra storia

  • 0

Sono sempre cresciuto con il culto della parola scritta e del giornalismo tradizionale e ho sempre pensato ai social come simbolo del male e dell'immiserimento del discorso pubblico. Poi però ho cambiato idea e mi sono innamorato dei social, soprattutto di Instagram – spiega Filippo Ceccarelli, giornalista politico e scrittore, parlando del suo libro "Lì dentro. Gli italiani nei social" (Feltrinelli, 336 p., € 19,00). Si dice che i social rischino di produrre l'abolizione del confronto dialettico, si lanciano grida di allarme contro le fake news, ma tutto questo in realtà ha sempre fatto parte del nostro carattere. Più che rispecchiare la nostra società e la nostra storia, i social la rimodellano e la ridefiniscono, contribuendo a formare nuovi stili di vita e una nuova antropologia – conclude Ceccarelli .

RECENSIONI

"Il segreto di Lucia Joyce" di Luigi Guarnieri
(La Nave di Teseo, 192 p., € 19,00)

"Il giardino d'acqua" di Andrea Pagani
(Ronzani editore, 206 p., € 15,00)

"Bere come un vero scrittore. 100 ricette per ricreare i drink che hanno ispirato i giganti della letteratura"
(Il Saggiatore, 296 p., € 14,90)

"Vivian Maier" a cura di Anne Morin
(Skirà, € 38,00)

"Vita di Vivian Maier" di Ann Marks
(Utet, 384 p., € 32,00)

"10 x 10. Storia di donne fotografe" a cura di Nicolas Ballario
(24 ORE Cultura, 208 p., € 59,90)

IL CONFETTINO

"Piccole donne, grandi sogni. Bambine che hanno fatto la storia" di Maria Isabel Sanchez Vergara
(Fabbri, 144 p., € 15,90)

Da non perdere

Noi per voi