Un libro tira l'altro20/10/2019

Il Quinto Stato, ovvero l'universo di precari e occasionali esclusi dal welfare

  • 0

Ci troviamo in una fase di occupazione non standard che si basa su contratti discontinui o a termine, la cui crescita è legata alle trasformazioni del modo di produrre e alla globalizzazione dei mercati. In questo “Quinto Stato” i giovani sono esposti a una serie di rischi sul proprio reddito o sul proprio futuro, e sono esclusi  dalle protezioni del welfare tradizionale – spiega Maurizio Ferrera nel suo libro “La società del Quinto Stato” (Laterza, 160 p., € 16,00). Questa situazione è particolarmente accentuata in Italia,  dove il mercato del lavoro è molto rigido e difficilmente modificabile, a causa delle resistenze da parte dei sindacati tradizionali. Sarebbe quindi necessario arrivare ad un welfare 2.0 – continua Ferrera - capace di ricordarsi anche delle nuove forme di precariato.  Non con sussidi a pioggia e a tempo indeterminato, che finirebbero per trasformare la precarietà in una carriera  a vita, ma con un mix che incentivi l’ingresso nel mercato del lavoro e permetta di allineare domanda e offerta.  

RECENSIONI

“La verità al potere. Sei diritti aletici” di Maurizio Ferrera e Franca D’Agostini(Einaudi, 144 p., € 12,00)
“Forever on the road: Sulla strada - Big Sur - I vagabondi del Dharma” di Jack Kerouac(Oscar Mondadori, 728 p., € 38,00)
“I blues di Jack Kerouac” di Jack Kerouac(Mondadori, 828 p., € 26,00)
“Little boy” di Lawrence Ferlinghetti(Edizioni Clichy, 240 p., € 17,00)
“Viaggio a Echo Spring. Storie di scrittori e alcolismo” di Olivia Laing (Il Saggiatore, 320 p., € 24,00)
“Jackie e Lee. Due sorelle, una vita splendida e tragica” di Sam Kashner e Nancy Schoenberger (Mondadori, 312 p., € 19,00)

IL CONFETTINO

“Il cuore e la bottiglia” di Oliver Jeffers (Zoolibri, € 16,00)

Da non perdere

Noi per voi