Un libro tira l'altro12/05/2019

La madre americana, vita e carriera di una donna nella Roma della Dolce Vita

  • 0

"La madre americana. Un'educazione sentimentale nell'Italia della Dolce Vita" (Solferino , 272 p., € 18,00), l'ultimo libro di Laura Laurenzi, racconta la storia della madre della scrittrice, che dagli Stati Uniti era arrivata in Italia nell'immediato dopoguerra, per dirigere la sezione romana del Forest Parents Plan. Nato sull'onda del piano Marshall, il Forest Parents Plan era un programma di aiuti per gli orfani di guerra che permise di salvare dalla povertà e dall'abbandono oltre diecimila bambini italiani. Un programma poco burocratico e molto operativo – spiega la Laurenzi, che racconta come sua madre si recasse personalmente nel Sud per seguire i bambini in difficoltà, cercando di strapparli dalle fabbriche e portarli a scuola. Raccontando la vita della "madre americana", Laura Laurenzi ripercorre un'infanzia decisamente diversa dalle altre, vissuta negli anni della Dolce Vita, quando Roma era la città più cosmopolita d'Europa. Un momento di grande fermento socioculturale, la cui fine coincide con la morte della madre, avvenuta nel 1969, alla vigilia degli anni oscuri della protesta studentesca e del terrorismo.

RECENSIONI
"Il taglio" di Anthony Cartwright
(66thand2nd, 160 p., € 15,00)

"Perciò veniamo bene nelle fotografie" di Francesco Targhetta
(Mondadori, 264 p., € 17,00)

"I rassegnati" di Tommaso Labate
(Rizzoli, 210 p., € 17,00)

"Napoli mon amour" di Alessio Forgione
(NN Editore, 232 p., € 16.00)

"Escolio a un texto implícito I" di Nicolás Gómez Dávila
(GOG edizioni, 446 p., € 15,00)

"Escolio a un texto implícito II" di Nicolás Gómez Dávila
(GOG edizioni, 354 p., € 15,00)

IL CONFETTINO
"I maestri di strada" di Vichi de Marchi
(Einaudi ragazzi, 128 p., € 10,00)

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi