Un libro tira l'altro26/03/2023

L'idea di nazione nel dibattito politico contemporaneo

La grande paura collettiva vissuta durante gli anni del Covid ha riattivato negli italiani un senso di appartenenza ...

  • 0

La grande paura collettiva vissuta durante gli anni del Covid ha riattivato negli italiani un senso di appartenenza, una consapevolezza di sé e della propria storia comune che può essere letta anche come una reazione al cosmopolitismo dei decenni precedenti. Che cosa c'è in realtà dietro questa idea di nazione rappresentata anche dal successo politico delle destre? E come si può coniugare il nazionalismo con la convivenza sociale e il rispetto delle specificità? - si domanda Alessandro Campi, autore del libro "Il fantasma della nazione" (Marsilio, 208 p., € 15,00).

RECENSIONI
"Infocrazia. Le nostre vite manipolate dalla rete" di Byung-chul Han
(Einaudi, 88 p. € 12,50)

"Cosa fare con gli imbecilli (per non restare uno di loro)" di Maxime Rovere
(Mondadori, 168 p. , € 18,00)

"Quando le persone intelligenti hanno idee stupide. Come la filosofia ci salva da noi stessi" di Steven Nadler e Lawrence Shapiro
(Raffello Cortina Editore, 226 p., € 19,00)

"Le leggi fondamentali della stupidità umana" di Carlo M. Cipolla
(Il Mulino, 96 p., € 16,00)

IL CONFETTINO
"Bestiario di intelligenza artificiale" di Ammagamma
(Franco Cosimo Panini, 64 p., € 19,00)

Da non perdere

Noi per voi