Un libro tira l'altro05/12/2021

I responsabili della disinformazione

Il bombardamento informativo che riceviamo ogni giorno dai social...

  • 0

Il bombardamento informativo che riceviamo ogni giorno dai social ci dà l'illusione di sapere, ma è scientificamente provato che il nostro cervello trattiene solo una piccola parte di queste informazioni, e il sovraccarico di notizie abbassa la nostra capacità di concentrazione - spiega Matteo Grandi, giornalista e autore televisivo, parlando del libro "La verità non ci piace abbastanza. Il virus della disinformazione fra bufale, web e giornali" (Longanesi, 288 p., € 16,70). Il modello di business adottato dalle piattaforme che gestiscono i social porta, inoltre, a una profilazione dell'utente, che spesso riceve informazioni mirate che riducono la sua capacità critica. Ma anche i mezzi tradizionali hanno le loro responsabilità nella disinformazione e nella diffusione di fake news, dato che spesso si affidano a collaboratori esterni mal pagati, costretti quindi a lavorare in grandi quantità per portare a casa qualcosa che assomigli a uno stipendio - conclude Matteo Grandi.

RECENSIONI
"Ascoltare Verdi" di Giovanni Bietti
(Laterza, 432 p., € 24,00)

"House of Gucci" di Sarah Gay Forden
(Garzanti, 480 p., € 18,00)

"L'ultimo dei Gucci" di Maurizio Tortorella e Angelo Pergolini
(Rizzoli, 320 p., € 16,00)

"Pubblici in esilio. Il consumo delle arti al tempo della pandemia" a cura di Federico Boni
(Mimesis, 172 p., € 15,00)

IL CONFETTINO
"Missione reporter" di Gabriela Jacomella
(DeAgostini, 224 p., € 13,90)

"È Natale anche se…" di AA.VV.
(Storybox, 144 p., € 15,90)

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi