Un libro tira l'altro01/12/2019

Berta: Detroit come paradigma di una nuova condizione esistenziale

  • 0

Detroit, come molte città che hanno subito un profondo processo di deindustrializzazione, ha vissuto un periodo di degrado urbano connotato da forti tensioni razziali - racconta Giuseppe Berta, parlando del suo libro "Detroit. Viaggio nella città degli estremi" (Il Mulino, 252 p., € 16,00). Anche se Detroit non è più da tempo la capitale dell'automobile, l'industria legata alla mobilità, coniugata con la digitalizzazione, ha comunque un ruolo rilevante nell'economia della città. I cambiamenti più importanti sono avvenuti però nel tessuto sociale delle città, e oggi Detroit può essere considerata il simbolo di una nuova condizione esistenziale, e dunque rappresenta un osservatorio ideale sulla politica americana - conclude Berta.

RECENSIONI
"Il Natale di Francesco" di Enzo Fortunato
(Edizioni San Paolo, 144 p., € 25,00)

"Francesco e il sultano" di Piero Damosso e Enzo Fortunato
(Edizioni San Paolo, 180 p., € 16,00)

"Francesco e il sultano" di Ernesto Ferrero
(Einaudi, 208 p., € 18,50)

"Francesco, un'altra storia" di Chiara Frugoni
(Marietti 1820, 88 p., € 14,00)

"Apparecchiare la santità. Il cibo nella predicazione di papa Francesco" di Pierluigi Plata
(Libreria Editrice Vaticana, 134 p., € 12,00)

IL CONFETTINO
"Storie in cinque minuti. Aspettando il Natale" di Olivier Dupin
(Jaca Book, 64 p., € 16,00)

Da non perdere

Noi per voi