Un libro tira l'altro17/01/2021

1921: la scissione destinata a cambiare la storia d'Italia

  • 0

Le insurrezioni che avvennero a Torino nel secondo decennio del secolo scorso, dalla rivolta del pane del 1917 all'occupazione delle fabbriche nel biennio 1919/20, convinsero Lenin che l'Italia fosse il paese occidentale dove la rivoluzione sarebbe scoppiata per prima. Ma nel 1921 gli esiti del Congresso del Partito socialista italiano di Livorno, conclusosi con la scissione tra rivoluzionarti e riformisti e con la nascita del Partito comunista d'Italia, erano destinati a cambiare per sempre la storia d'Italia - scrive Ezio Mauro nel libro "La dannazione. 1921. La sinistra divisa all'alba del fascismo" (Feltrinelli, 192 p., € 18,00). Ci sono due elementi importanti che vennero sottovaluti in quel congresso. Il primo è il concetto di libertà: i comunisti non tenevano conto di quanto poco libero fosse il nuovo regime sovietico - spiega Ezio Mauro. Il secondo è l'avanzata del fascismo: tutti pensavano che il fascismo fosse solo una deviazione del dopoguerra, destinata ad essere riassorbita in breve tempo.

RECENSIONI
"Compagni! Il romanzo del congresso di Livorno" di Federico Mello
(Utet, 384 p., € 18,00)

"Una favola selvaggia" di Filelfo
(Einaudi, 184 p., € 15,00)

"Non togliete la gioia agli animali" di Maurizio Quilici
(Edizioni San Paolo, 386 p., € 22,00)

"Vite di alberi straordinari" di Zora Del Buono
(Aboca, 424 p., € 18,00)

"La poesia degli alberi" di Mino Petazzini
(Luca Sossella editore, 1056 p., € 30,00)

IL CONFETTINO
"Gatti come noi" di Jimmy Liao
(Terre di Mezzo, 80 p., € 16,00)

"Libero come un pesce" di Jimmy Liao
(Terre di Mezzo, 100 p., € 16,00)

"Vito il gatto bionico" di Claudia Facchinetti, Silvia Gottardi e Linda Ronzoni
(Il Battello a Vapore, 208 p., € 16,50)

"Nossignore, è stato il gatto!" di Domenica Luciani
(De Agostini ragazzi, 112 p., € 12,90)

Da non perdere

Noi per voi