Tutti Convocati10/09/2017

Pioggia su Misano e Serie A

  • 0

Piste e campi bagnati in questa domenica di sport. A Misano Marquez batte la pioggia, Petrucci e Dovizioso e vince il gran premio di San Marino: con questo risultato lo spagnolo mette alle spalle il vuoto di Silverstone e riaggancia Dovizioso in testa alla classifica a 199 punti. Il commento di Roberto Ungaro.

Dopo il rinvio di Sampdoria-Roma, anche Lazio-Milan viene posticipata di un'ora per il nubifragio che ha colpito il centro Italia. Il Napoli aspetta di rispondere alle vittorie di Juve e Inter in serata contro il Bologna. Chiacchieriamo sul vertice della classifica con Xavier Jacobelli, direttore Corrieredellosport.it.

Inter-Spal è la partita dell'ora di pranzo e Spalletti può dirsi sicuramente sazio del 2-0 e del primo posto in classifica condiviso con la Juventus. Chiediamo all'ex nerazzurro Massimo Paganin come vede la crescita della squadra di Spalletti.

Incursione dell'ex arbitro Luca Marelli per un giudizio sull'utilizzo del Var in occasione del rigore che sblocca il risultato di Inter-Spal.

Meglio tardi che mai si è giocata Lazio-Milan, finita 4-1 poco prima delle 18:00. Montella subito sotto accusa? Ne parliamo con l'ex rossonero Stefano Eranio.

Unica sfida andata in scena sabato pomeriggio è stata Juventus-Chievo chiusa 3-0 in favore dei bianconeri. Dopo l'autogol di Hetemaj, arriva il raddoppio di Higuain, poi la firma definitiva del subentrato Dybala, sempre più incisivo e in forma smagliante in vista Champions. Secondo Allegri, l'argentino potrà diventare il numero uno insieme a Neymar dopo l'era Messi-CR7. Chiediamo a Mister Alberto Zaccheroni se anche lui la vede così.

A proposito di Barcellona-Juventus di martedì, voliamo in Spagna da Filippo Maria Ricci per farci raccontare il 5-1 dei blaugrana sull'Espanyol.

L'Italbasket batte la Finlandia 70-57 e va ai quarti di finale degli Europei dove troverà la Serbia che oggi ha eliminato l'Ungheria con il punteggio di 86-78. Con noi coach Marco Crespi che ha commentato per Sky Sport proprio la partita che ha deciso il prossimo avversario degli azzurri.

Da non perdere

Noi per voi