Tutti Convocati08/04/2020

Il meglio di

Galliani: "Stipendi? Monza ha ridotto calciatori e allenatore, dipendenti non toccati"

''Taglio agli stipendi dei giocatori? Serve lavorare caso per caso, è impossibile fare ragionamento di sistema. Anche all'interno della stessa squadra non si può applicare una stessa percentuale. Mi spiace citare Cristiano Ronaldo, ma non puoi trattarlo come un giocatore della Juventus under 23''. E' il pensiero dell'ad del Monza Adriano Galliani che,  in diretta a 'Tutti Convocati', ha spiegato cosa la politica stipendi del suo club in questi mesi di emergenza coronavirus: ''Ho deciso, d'accordo col presidente Berlusconi, che avrei  toccato solo gli stipendi della prima squadra e dell'allenatore in prima. Tutti gli altri non hanno avuto un euro di riduzione. I calciatori hanno detto sì un minuto dopo. Non ho chiesto nulla ai massaggiatori o a tutti coloro che avrebbero avuto problemi ad andare nei supermercati''.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi