"Dov'è l'ospedale più vicino?" Con questa domanda inizia il ciclo estivo di Terra in vista, dedicato all'Africa. Cinque puntate caratterizzate anche dai reportage di Cristina Carpinelli dalla Tanzania e Valentina Furlanetto dalla Sierra Leone.

Valentina Furlanetto, oggi, ci parla racconta la storia di Samaa, una giovane donna originaria di un villaggio sul fiume Moa, in Sierra Leone, ma al confine con la Liberia. Il primo ospedale è a due ore di battello, nel villaggio di Pujheun. Ma non sempre si trova una imbarcazione disponibile, non sempre si hanno i soldi per pagare il trasporto, non sempre si sopravvive e Samaa lo sa bene: "Se ci fosse stata una canoa oggi mio figlio sarebbe vivo".

Con Cristina Carpinelli, invece, andiamo alla scoperta delle difficoltà nell'accesso alle cure per gli abitanti della Tanzania, soprattutto nei villaggi. La maggior parte delle persone fa riferimento a presidi medici locali dove spesso non ci sono ne' dottori ne' farmaci. Accade così che si muoia di parto o per una semplice bronchiolite. I numeri della mortalità infantile restano per questo ancora molto elevati nel paese. 

Alla puntata di oggi partecipa anche Don Dante Carraro, direttore di "Medici con l'Africa Cuamm", che ci racconta come volontari e medici riescano a salvare vite con i pochi mezzi a disposizione e il compositore Raymond Bahati, direttore del coro Elikya e compositore, che ci parla dell'importanza della musica come cura dell'anima nelle culture africane. 

Spazio anche al cantante Niccolò Fabi, che ci racconta la "sua" Africa e dei suoi viaggi nel continente nero con il Cuamm. 

Da non perdere

Noi per voi