Storiacce22/02/2019

Voci dalle spose bambine nelle terre di 'ndrangheta

  • 0

Anche le cosche di 'ndrangheta devono fare i conti, a volte, con i sentimenti. Può succedere così che nella Locride, feudo ostinato di boss e tradizioni, una tredicenne si oppone al fidanzamento deciso per lei dalla sua famiglia, col rampollo del clan della zona. Per siglare patti criminali. Ma l'adoelscente ha la cotta per un coetaneo e di quest'unione, almeno all'inizio, non vuole sentirne parlare. Tanto che la mamma- come vi facciamo sentire direttamente nell'audio di un'intercettazione agli atti di un'inchiesta - si preoccupa personalmente col futuro genero di provare a mettere le cose a posto.
Terza puntata dei "Racconti di Storiacce" nel mondo delle spose bambine d'Italia: non solo ragazzine rom, come Niermo, pseudonimo di un'adolescente fiorentina; non solo figlie di famiglie immigrate di seconda generazione, ma anche fanciulle dai cognomi italianissimi. E mentre alla Camera si discute una proposta di legge, per introdurre un reato specifico contro i matrimoni forzati, le associazioni lavorano sulla necessità di un cambiamento culturale

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi