Storiacce08/09/2019

I sommersi e i salvati di Taranto, all'ombra dell'ex Ilva

  • 0

Questa è la storia di una città e del suo vecchio cuore d'acciaio. Questa è una storia di vento e di polveri. Di lavoro e salute. Una storia di incidenti mortali e di accuse pesanti. Ma anche di sviluppo e speranze. Questa, a lungo, è stata anche la storia di un ricatto, soprattutto per il rione Tamburi. Di sicuro, ora, è la storia dei sommersi e i salvati dell'ex Ilva. E di una città, Taranto, schiacciata tra due mari e cento camini. Che sempre più però - a detta del sindaco - vede il suo futuro altrove, distante da quel labirinto di tubi e forni, ora nelle mani del colosso franco indiano Arcelor Mittal, che per restare in Italia ha ricevuto la proroga dell'immunità penale. Ma fa ancora i conti con un altoforno a rischio chiusura, come su una parte della banchina del porto sequestrata. Il racconto di Storiacce, all'ombra della vecchia Ilva.
Gallery I sommersi e i salvati di Taranto, all'ombra dell'ex Ilva

Da non perdere

Noi per voi