Storiacce24/11/2019

Nel cuore dell'"emergenza neonazisti" nella Germania dell'Est

  • 0

Dresda - Nelle strade, i ritrovi periodici dei militanti di Pegida, gruppo xenofobo; in chat chiuse sul web, l'arruolamento di gruppi neonazisti. Come i membri della Rivoluzione Chemnitz, che progettavano attentati a Berlino. Dal 2015, in Germania c'è stato un aumento di reati ricondubili all'estremismo di destra, che nell'intero Paese - secondo le stime della polizia - conta 12.700 militanti, pronti anche alla violenza. Tra i gruppi, Atomwaffen Division; Oldschool Society, Combat 18, Gruppe Freital, NSu. In forte aumento, le violenze contro esponenti politici: 1.256 solo l'anno scorso e i casi di antisemitismo, culminati nell'attentato contro la sinagoga di Halle, in Sassonia. Così il Consiglio Comunale di Dresda, capoluogo di questa Regione dell'ex Germania dell'Est dove l'estrema destra trionfa, ufficializza "un'emergenza neonazisti" con una mozione.

Da non perdere

Noi per voi