Storiacce27/02/2016

007, licenza di rapire?

    0

Questa è una storia di spie, di terrorismo internazionale e di coperture politiche. Ma pure una storia di rapimenti, torture e segreti di Stato, diventata un affare internazionale. Ma questa è pure la storia di una condanna all'Italia dalla Corte europea di Strasburgo. Questa è la storia di Abu Omar - di un'operazione targata Cia e Sismi, che ora incrocia le indagine sul delitto di Giulio Regeni. Proprio in Egitto fu portato e imprigionato Abu Omar, l'ex imam di Milano, cittadino egiziano, per il cui sequestro l'Italia è stata condannata dalla corte europea dei diritti dell'uomo.

E qui è stato torturato e ucciso Giulio Regeni, ricercatore italiano. "L'Italia vuole dall'Egitto quella collaborazione che non ha dato sul caso Abu Omar", nota Ferdinando Pomarici, magistrato milanese che con Armando Spataro coordinò le indagini sul sequestro. Un filo sotterraneo unisce le due vicende, in questa storia di barbe finte, depistaggi e muri di silenzio. Ed è per questo che ora che Strasburgo ha condannato l'Italia per abuso di segreto di Stato, Pomarici sollecita un cambio di rotta al Governo

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi