Storiacce15/12/2017

Igor il Russo, dalla scarcerazione alla cattura: domande e inchieste ancora aperte dopo la cattura

    0

La sua fuga è finita- dopo nove mesi di caccia all'uomo e dopo altri tre morti. Igor Il Russo - ossia lo slavo Norbert Feher - ricercato in Italia per aver ucciso il barista di Budrio, una guardia ecologica e forse anche un metronotte è stato catturato in Spagna, dopo un conflitto a fuoco in cui ha ammazzato due poliziotti della Guardia Civil e un civile. Già dall'estate, delle tracce conducevano verso la Spagna. "Testimoni e indicazioni concordanti ci portavano in Spagna", racconta a Storiacce il procuratore capo di Bologna, Giuseppe Amato.
Era scappato dunque dall'Italia, dove a lungo è stato il ricercato numero uno da centinaia di forze dell'ordine, in una zona rossa tra le priovince di Bologna e Ferrara. E da qui ora ripartono le indagini: sulle eventuali complicità o favoreggiamenti nella sua latitanza. E sugli errori commessi nei mesi di ricerca. "E' stato un peccato scarcerarlo nel 2015", commenta il comandante generale dell'Arma, generale Tullio Del Sette.

Anche Storiacce è tra i vincitori della terza edizione del premio "F.Giustolisi" al giornalismo d'inchiesta, sezione "Voci dai Fatti". Venerdì 14 dicembre, la premiazione in Senato. Grazie a tutti gli ascoltatori:
Ecco alcune foto ©2017 Fotografico, Senato della Repubblica.

Da non perdere

Noi per voi