Storiacce04/06/2016

Gomorra sì o no?

    0

Un ragazzo ucciso dalla "stesa di baby criminali", l'usanza cioé di correre sui motorini e sparare all'impazzata. Per provocazione e affermazione del potere. Altri due corpi stesi a terra e coperti dai lenzuoli pochi mesi dopo. E' nei vicoli del rione Sanità la Gomorra, che ora divide e appassiona in tv e nei dibattiti sulla stampa? Qui dove la storia e le contraddizioni di Napoli si stratificano tra luci ed ombre, che effetto hanno le gesta di Genny Savastano? Cosa lasciano in chi la camorra la incontra da sempre? Autorevoli voci si schierano da una parte o dall'altra: per Ilda Boccassini, capo dell'antimafia a Milano, ma napoletana di origini, "quelle immagini spingono il Sud a cambiare, non lo infangano", scrivano. Ma invece è proprio questo che manca- "la speranza" - secondo un altro magistrato partenopeo: Raffaele Cantone. Il presidente dell' authority anticorruzione teme che il male raccontato nella serie tv non si percepisce come fiction e "potrebbe avere l'opposto delle reazione positiva suscitata dal libro Gomorra" di Roberto Saviano. Un po' quello che un altro pm Catello Maresca obietta e che con toni ancora più determinati disse già proprio a Storiacce il questore di Napoli, Guido Marino.

E allora, prima di immergerci nelle ragioni del sì o del No a Gomorra, in questa puntata di Storiacce (sabato 21.30) torniamo per strada. Tra i vicoli di Napoli. Dove si spara- davvero, si resiste e dove una trans è stata accoltellata, citando battute di Gomorra e urlando il nome di Salvatore Conte. In una mescolanza di realtà e fiction.

Secondo voi, Gomorra sì o no?

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi