Spunti di vista11/08/2018

Metteresti la mano sul fuoco sulla tua onestà?

  • 0

Tutti noi siamo convinti di essere onesti. In realtà nessuno di noi due fino in fondo. Dan Ariely, uno dei massimi esperti di economia cognitiva e comportamentale, ha realizzato interviste ed esperimenti su grandi corrotti e disonesti. I risultati confermano quanto aveva appreso dall'osservazione degli esseri umani da una corsia d’ospedale. Dan Ariely ha passato tre anni in ospedale con ustioni sul 70% del corpo, e i suoi studi smontano le nostre convinzioni. Sono i meccanismi della disonestà e della corruzione a spiegare anche la diffusione delle mafie.Ma se la criminalità organizzata prospera in diversi paesi, è anche per le carenze legislative dei sistemi normativi. L’Italia è abbinata nell’immaginario collettivo alla mafia. Pochi sanno che il sistema italiano, che comprende il reato di associazionismo e la confisca dei beni sequestrati, è in realtà all'avanguardia nel mondo anche per il contrasto alle mafie. Lo scrittore italocanadese Antonio Nicaso e Giulia Baruzzo, di Libera Internazionale, illustrano le esperienze in Messico, in Colombia e in Nordamerica.

Infine, due speciali cacciatori di notizie, arruolati in questa stagione di Spunti di Vista: due diciottenni plurilingui Matteo Barriera e Alen Panganiban.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi