Smart City25/09/2017

La mappa dell'odio sul web

  • 0

E' pronta la prima mappa dell'odio sul web, e svela non solo quali siano le capitali delle fake news sulla rete, ma anche in che modo la disinformazione organizzata si propaghi attraverso la rete a partire da siti come 4chan; sito legato all'estrema destra americana che permette commenti anonimi e che non è azzardato dire abbia avuto un ruolo significativo nell'elezione di Trump.
Lo studio è stato condotto da un gruppo internazionale di cui fanno parte anche gli italiani Gianluca Stringhini ed Emiliano de Cristoforo, ricercatori e Prof. Associati dell'University College of London.
Tra i metodi utilizzati da razzisti e xenofobi, come vedremo, anche veri e propri raid sulla rete che prendono di mira di volta in volta la vittima che meglio rappresenta il bersaglio ideale.
Con Emiliano De Cristofaro, University College London, Computer Science Department and the Information Security Group.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi