Smart City01/06/2018

Auto a guida autonoma: anche l'infrastruttura fisica dovrà cambiare

  • 0

Quando parliamo di infrastrutture per le auto a guida autonoma non ci sono solo quelle digitali.

Come vanno progettate le strade per facilitare la circolazione di questi veicoli? Che tipo di segnaletica stradale serve? Come va fatta l'illuminazione stradale per evitare di abbagliare le self driving car, oltre che noi umani?

Anche se l'attenzione è tutta sulla connettività, servizio fondamentale per abilitare l'auto connessa ancora prima che l'auto a guida autonoma, l'avvento di quest'ultima richiederà con tutta probabilità una nuova generazione di infrastrutture fisiche, pensate per dare informazioni ai veicoli autonomi oltre che agli autisti in carne ed ossa, e facilitare loro la vita. Un esempio? Codici a barre inseriti nella segnaletica, visibili solo nell'infrarosso, da cui le auto a guida autonoma potrebbero ricavare molte più informazioni che dai comuni cartelli stradali.

Con Salvatore Damiano Calfiso, professore ordinario di strade, ferrovie ed aeroporti presso il Dipartimento di ingegneria civile e architettura dell'Università di Catania.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi