Smart City10/01/2019

Il sole in scatola

    0

Un sole in scatola ("Sun in a Box") che permette di accumulare energia rinnovabile e restituirla alla bisogna. È quanto si sta puntando a realizzare al MIT di Boston, dove ricercatori del Dipartimento di Ingegneria Meccanica guidati da Henry Asegun, stanno lavorando a una soluzione originale per rispondere all'enorme fabbisogno di accumulo energetico che si manifesterà quando la quota di energia prodotta con fonti quali sole e vento diventerà rilevante.
Parliamo di un sistema in cui, durante i picchi di produzione, l'energia in eccesso viene usata per riscaldare una massa di silicio liquido fino alla temperatura di 2400 gradi. In seguito, questa massa incandescente, scorrendo in appositi tubi, li arroventa facendogli emettere un forte bagliore, il quale viene convertito in energia elettrica da schiere di pannelli fotovoltaici ad alta efficienza.
Abbiamo chiesto ad Ennio Macchi, Prof. Emerito del Politecnico di Milano, di commentarci la notizia.

Da non perdere

Noi per voi