Smart City26/04/2017

Più vacca, meno CO2: una nuova generazione di mangimi può ridurre le emissioni dell'allevamento

  • 0

Abbattere fino a un terzo le emissioni di CO2 dei bovini grazie a una opportuna dieta: E' possibile?
E' noto che circa il 15% delle emissioni di gas climalteranti - in particolare CO2 e metano - sono dovute all'allevamento, soprattutto dei bovini, ognuno dei quali produce l'equivalente di 2,4 tonnellate di CO2 all'anno: più di un'automobile di medie dimensioni.
Meno noto è che l'80% di queste emissioni fuoriesce dalla bocca del bovino, ed è prodotto dalla fermentazione che avviene nel rumine dell'animale, il pre-stomaco che caratterizza tutti i ruminanti. Nel rumine agisce una variegata popolazione di microorganismi che competono tra loro. Quelli che producono metano, oltre a causare effetto serra, sono inutili per l'animale perché non contribuiscono al processo di digestione. Una nuova generazione di mangimi che incorpora estratti naturali - per esempio di aglio e di agrumi - sta quindi nascendo con l'obbiettivo di spostare la competizione a favore dei microrganismi utili e con meno effetti climalteranti.
Con Paolo Bani, professore presso la Facoltà di scienze agrarie, alimentari e ambientali dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza.

Noi per voi