Smart City24/05/2022

Termovoltaico/termoionico: nasce al CNR il primo dispositivo solare ibrido

Una tecnologia nata negli anni '30 del secolo scorso, la valvola termoionica...

  • 0

Una tecnologia nata negli anni '30 del secolo scorso, la valvola termoionica, grazie alla quale sono nate le prime radio, potrebbe rivelarsi nuovamente attuale per produzione di energia elettrica rinnovabile nel cosiddetto solare termoionico.
Sappiamo da più di un secolo che un frammento di metallo riscaldato ad alta temperatura emette, oltre che una forte radiazione termica, anche un flusso di elettroni, e quindi una corrente elettrica a tutti gli effetti. Se l'energia per riscaldare questo emettitore di elettroni arriva dal sole (per esempio è luce del sole centrata) ecco che si parla di solare termoionico.
Al CNR di Roma sono riusciti a creare il primo dispositivo di questo tipo capace di convertire in energia elettrica, oltre che il flusso di elettroni, anche la radiazione termica, creando il primo dispositivo ibrido termovoltaico-termoionico. L'efficienza è bassa, ma una nuova strada è aperta.

Ospite Daniele Trucchi, Primo ricercatore del CNR - ISM (Istituto di Struttura della Materia) e direttore del Diatema Lab

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi