Smart City13/05/2019

Stem Sel: da Bologna una nuova tecnologia per rendere più sicura la medicina rigenerativa

  • 0

Uno dei filoni di ricerca medica su cui si appuntano più speranze (e di cui già si vedono le prime applicazioni) va sotto il nome di medicina rigenerativa, termine con cui si fa riferimento alla possibilità di ricostruire tessuti danneggiati o addirittura interi organi a partire dalle cosiddette cellule staminali, ovvero cellule "immature" capaci di trasformarsi in diversi tipi di cellule dell'organismo.
Il problema numero uno della medicina rigenerativa è che per fare un buon lavoro servono buone cellule staminali, che vanno prese dai tessuti del paziente senza che subiscano modifiche o manipolazioni (incluso un qualunque tipo di marcatura utile a distinguerle dalle nomali cellule dell'organismo) che possano danneggiarle.
Per questo compito, oggi esiste Selector, una nuova tecnologia messa a punto da Stem Sel, spin- of dell'università di bologna che sta riscuotendo moltissimo interesse.
Con Pierluigi Reschiglian, fondatore e CEO di Stem Sel e Prof. di Chimica Bio-analitica dell'Università di Bologna.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi