Smart City06/12/2019

Speciale IA | Predizione: dal sapere archivistico al potere oracolare dell'AI

  • 0

Prevedere i guasti prima che avvengano, le malattie prima che si manifestino, gli infortuni sportivi prima che si verifichino; spedire un pacco prima che venga ordinato; aumentare una produzione prima che aumenti la domanda di un bene.
Tra gli scenari che il mix di big data e intelligenza artificiale aprono, il più potente è probabilmente l'emergere di una certa capacità di prevedere, almeno su base statistica, il futuro.
Il riferimento a una certa dose di capacità previsionali, d'altronde, è ricorrente nelle applicazioni dell'Intelligenza Artificiale (si parla per esempio di predictive analysis, predictive maintenance, trend detection e così via) e cambierà il modo in cui organizziamo molte attività umane.
Ospite Cosimo Accoto, ricercatore affiliato al MIT

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi