Smart City12/11/2021

Plastic Arm, il primo microprocessore flessibile

Si chiama PlasticARM, ed è il primo microprocessore flessibile...

  • 0

Si chiama PlasticARM, ed è il primo microprocessore flessibile. Ha visto la luce a Cambridge ed è descritto in un articolo comparso su Nature.
L'elettronica flessibile è un settore di ricerca e sviluppo in rapida espansione che risponde al desidero di poter estendere l'elettronica ad ambiti nei quali l'elettronica tradizionale, basata sul silicio, non è in grado di dare risposte soddisfacenti sia per ragioni di costo, sia per la caratteristica rigidità dei dispositivi cristallini basati sul silicio, che ne impedisce l'integrazione su supporti curvi o flessibili come tessuti, manufatti in plastica, fogli di carta.
L'elettronica flessibile, che fa uso di materiali diversi dal silicio, spesso organici, permetterebbe quindi di rendere "intellgenti" una quantità di oggetti di uso comune, e proprio il microprocessore flessibile era considerato il pezzo mancante del puzzle.
Ospite Gianluca Fiori, Docente di elettronica al dipartimento di Ingegneria dell'informazione dell'Università di Pisa.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi