Smart City18/01/2022

Nanofili di carburo di silicio per rifare l'impianto elettrico al cuore

  • 0

Immaginate di dover rifare "l'impianto elettrico" di un edificio dopo che un terremoto lo ha sconquassato tranciando i cavi della corrente. Solo che il terremoto è un infarto, e l'impianto elettrico è quello del cuore.
Sì perché spesso l'infarto causa dei blocchi di conduzione elettrica tali per cui il cuore non batte più all'unisono, e se non si riesce a porre rapidamente fine a questa condizione, il risultato può essere un'aritmia fatale.
La notizia è che l'IMEM-CNR, l'Istituto dei materiali per l'elettronica ed il magnetismo del CNR, insieme insieme all'Università di Parma e all'Istituto Clinico Humanitas di Milano, ha dimostrato di riuscire a ripristinare la conduzione elettrica di un cuore infartuato in sole 5 ore grazie all'applicazione di sottilissimi nanofili di carburo di silicio. Il lavoro è stato descritto su Nature Communcations.

Ospite: Francesca Rossi, ricercatrice CNR-IMEM

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi