Smart City08/02/2016

P2P lending: il prestito nell'era dei social

    0

Ancora poco conosciuto in Italia, il peer to peer lending ha ormai superato i 100 miliardi di dollari di scambi nel mondo. Si tratta di una forma di prestito diretto tra privati (seppure per cifre limitate) che avviene per mezzo di piattaforme regolamentate e vigilate dalla banca d'Italia le quali si occupano di vagliare le domande di finanziamento e redistribuire il rischio tra i prestatori; e per queste attività incassano una commissione.

Queste piattaforme non sono né banche né finanziarie ma puri intermediari e come tali hanno costi di gestione molto più bassi che rendono possibile erogare prestiti a tassi inferiori e offrire interessi più alti ai prestatori.
Il P2P lending cresce a tre cifre soprattutto nel mondo anglosassone e in Cina, e rappresenta un fenomeno simbolo del paradigma della sharing economy.

Ne parliamo con Francesco Sacco, docente di Strategia aziendale presso l'Università dell'Insubria di Varese e la SDA Bocconi di Milano.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi