Smart City15/06/2022

La pillola robotica che potrebbe cambiare la vita di milioni di diabetici

Una pillola robotica capace, una volta ingerita, di raggiungere il pancreas artificiale di un paziente

  • 0

Fin dai tempi dei primi studi di bionica, come quelli sul cuore artificiale, il problema di come rifornire di energia dei dispositivi impiantati nel corpo umano è stato centrale. Oggi la soluzione consiste in una batteria sottocutanea che viene ricaricata in modalità wireless come un moderno cellulare, ma un gruppo di ricercatori del MIT ha pubblicato un articolo in cui si descrive una sottilissima cella a combustibile, spessa un centesimo di un capello, in grado di ricavare in energia elettrica dal glucosio presente nel sangue, eliminando il bisogno di ricarica.

Ancora più sorprendente è il pancreas artificiale messo a punto da Scuola Superiore Sant'Anna, Università e Azienda Ospedaliero Universitaria di Pisa, che fa il pieno di insulina grazie a una pillola robotica capace, una volta ingerita, di raggiungere il pancreas artificiale di un paziente e rifornirlo per poi essere espèulsa: una innovazione che potrebbe offrire un futuro migliore a tanti diabetici.

Ospite Stefano del Prato professore di Endocrinologia dell'Università di Pisa, e presidente della European Association for the Study of Diabetes (EASD)

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi