Smart City10/06/2022

Infrastrutture verdi: anche in Italia si comincia a pianificare

  • 0

Sappiamo da tempo che il verde urbano (aiuole e viali alberati, giardini pensili, tetti e pareti verdi) oltre a rendere più piacevole l'ambiente cittadino offre molti benefici: riduce l'effetto isola di calore, migliora la qualità dell'aria e, grazie alla capacità di trattenere l'acqua, aiuta a gestire le precipitazioni eccezionali.
Tuttavia per ottenere questi benefici non basta disseminare un po' di specie vegetali a caso qua e là, serve un'attenta progettazione e servono politiche di lungo periodo basate su una effettiva capacità di misurare gli effetti delle infrastrutture verdi e di quantificare il valore dei servizi che esse offrono.
Finora questo approccio, più sviluppato negli Stati Uniti, è stato praticamente assente nel nostro Paese, ma finalmente anche in Italia si registrano le prime iniziative e i primi piani regionali che incorporano in modo strutturale politiche ad hoc per sviluppare diffusamente le infrastrutture verdi.

Ospite Francesco Musco, Prof. dello IUAV di Venezia, direttore del corso di Laurea Magistrale di Pianificazione

Da non perdere

Noi per voi