Smart City26/11/2020

Fenomeni meteo estremi: come il supercomputer Leonardo aiuterà a prevederli

  • 0

È in arrivo a Bologna uno dei più potenti calcolatori al mondo. Si chiamerà Leonardo e avrà il compito, tra le altre cose, di aprire la strada a una nuova generazione di previsioni meteorologiche, impossibili senza una potenza di calcolo estremamente elevata.
Nelle simulazioni di Leonardo, infatti, l'atmosfera verrà scomposta in particelle cubiche di 5 km di lato contro i 9 attuali. Per ognuna di quelle particelle Leonardo sarà in grado di fornire una previsione meteorologica, toccando per la prima volta il livello di dettaglio necessario a prevedere fenomeni estremi, potenti ma molto localizzati, come le famose bombe d'acqua. Inoltre, grazie alla possibilità di elaborare molti scenari contemporaneamente, Leonardo potrà fornire previsioni a medio termine più accurate e con un grado di attendibilità misurabile.
Ospite Bernardo Gozzini, ricercatore dell'Istituto di Bio-economia del CNR e direttore di LaMMA, il Laboratorio di Monitoraggio e Modellistica Ambientale per lo sviluppo sostenibile

Da non perdere

Noi per voi