Smart City04/10/2022

Autoproduzione: micro-sensori fabbricati per la prima volta con sole tecniche di stampa

Per la prima volta, sensori inerziali come gli accelerometri contenuti in tutti gli smartphone...

  • 0

Per la prima volta, sensori inerziali come gli accelerometri contenuti in tutti gli smartphone, sono stati fabbricati per mezzo di sole tecniche di stampa 3D e a getto di inchiostro, senza alcun contributo di altre tecnologie.
Gli accelerometri (che nello smartphone permettono, tra le altre cose, di ruotare l'immagine a seconda di come lo orientiamo) sono utilizzati un po' dappertutto, ma l'importanza di questo lavoro è che apre la strada alla possibilità di auto-produrre una moltitudine di sensori e dispositivi elettromeccanici oggi estremamente diffusi e cruciali per gran parte delle applicazioni che chiamiamo Smart.
A riuscire nell'impresa, descritta sulla rivista Additive Manufacturing, un gruppo di ricercatori del laboratorio inter-dipartimentale MEMS & 3D del Politecnico di Milano.

Ospite: Luca Magagnin Straordinario di chimica fisica applicata al Poli

Da non perdere

Noi per voi