Reportage06/03/2021

Uomini in scarpe rosse - di Livia Zancaner

Mascherine, scarpe, pettorine rosse, cortei silenziosi. Fiocchi rosa e sedie vuote...

  • 0

Mascherine, scarpe, pettorine rosse, cortei silenziosi. Fiocchi rosa e sedie vuote. Mentre il Papa prega per le donne vittime di violenza "perché vengano protette dalla società" e dal palco del Festival di Sanremo Loredana Bertè lancia un appello: "denunciate al primo schiaffo", gli uomini scendono in piazza contro i femminicidi. Sono tredici le donne uccise da inizio anno. "Se anche riusciamo a scuotere la coscienza di un solo uomo è già un successo", "la violenza maschile sulle donne è solo la punta di un iceberg", "non siamo uomini che proteggono le donne, non confermiamo gli stereotipi", raccontano dalle piazze e strade d'Italia: da Biella, Torino, Milano, Trento, Genova, Albenga, Roma, Potenza e così via. "Il ruolo degli uomini è decisivo, sono gli uomini che fanno violenza, sono loro che si devono mettere in discussione", sottolinea Stefano Ciccone di Maschile Plurale, pronto a organizzare una manifestazione tutti insieme. "Qualcosa si sta muovendo ma il femminicidio viene inteso ancora come un caso personale, patologico", il commento di Lea Melandri, scrittrice e teorica del femminismo.

Da non perdere

Noi per voi