Reportage20/06/2021

REPORTAGE - Musei a porte aperte

La pandemia non ha spento la voglia di cultura, anzi...

  • 0

La pandemia non ha spento la voglia di cultura, anzi. Dopo l'abbuffata di click lo raccontano i numeri delle presenze nei musei di tutta la Penisola. Le Gallerie degli Uffizi solo nel primo mese di riapertura hanno sfondato il muro dei 100mila visitatori, con un +40% di presenze. Milano, Roma, Napoli non fanno eccezione. Numeri contingentati, norme di sicurezza e distanziamento valgono per gli appassionati il ritorno in sale e giardini, e molti sono quelli che riscoprono ciò che hanno visto online per tanti mesi. Molti musei si sono trasformati in hub vaccinali ma non hanno perso la loro vocazione, anzi.
Nel Piano Nazionale di Ripresa e di Resilienza ci sono progetti e investimenti per cultura e turismo per un valore totale di 6,68 miliardi di euro, pari al 3,5% sul totale, contro l'1,5% del Portogallo, il 2% della Francia, l'1,2% della Spagna e 0 della Germania. Segno che qualcosa si muove. E se ci vorrà tempo per tornare a recuperare quel 77% di visitatori persi dai musei statali, pari a 40 milioni tra appassionati e turisti e circa 200 milioni di incassi, la luce si comincia a vedere in fondo al tunnel.
Biglietti agevolati, influencer, campagne di comunicazione riaprono le porte e noi ve lo raccontiamo. Sei appuntamenti la domenica alle 8.15 e alle 21 con Reportage-Musei a porte aperte.

Quando il museo è d'impresa di Anna Marino
Per definizione il museo aziendale è il luogo in cui si materializza l'identità dell'azienda e diventa tangibile la memoria dell'impresa. E dopo l'emergenza sanitaria un punto da cui ripartire per le aziende che hanno costruito distretti, territori e cluster, in tutto il Bel Paese. Con l'iniziativa "La penisola del tesoro on air" il Touring Club Italiano e Radio 24 vi portano alla scoperta anche degli itinerari che ci portano ai musei e alle raccolte aziendali da nord a sud. A guidarci Antonio Calabrò, Presidente di Museimpresa. Un viaggio che inizia dal Il museo Lavazza nel quartiere Aurora di Torino, con sede nel complesso della Nuvola Lavazza e con un archivio digitale storico ora pubblico e sempre in evoluzione come racconta Marco Amato Direttore del Museo Lavazza e Business Development Manager di Lavazza Eventi. Storie vincenti che diventano museo nel distretto più al centro dell'attenzione, quello Medicale tra Lazio e Mirandola in Emilia Romagna. E ancora la Motor Valley, nel territorio dei motori, il Museo e la Fabbrica Ducati a Bologna. E a chiudere il nostro viaggio una eccellenza al sud, che rappresenta il food italiano è Amarelli che affonda le sue radici a Rossano, nella terra di Calabria, raccolta in documenti storici dalla fondazione nel 1730 ad oggi nel palazzo di famiglia.

Ascolta qui la prima puntata: Riscoprendo Roma di Teresa Trillò
Ascolta qui la seconda puntata: Mi vaccino al museo di Adriana Fracchia

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi