Reportage01/10/2022

Perché non voto: viaggio nei paesi dell'astensione - di Livia Zancaner

Rassegnazione, rabbia, scollamento, lontananza dal territorio, disaffezione. Sono le motivazioni alla base del non voto, secondo le voci raccolte sul territorio nella regione che ha registrato il più alto livello di astensionismo: la Calabria

  • 0

Rassegnazione, rabbia, scollamento, lontananza dal territorio, disaffezione. Sono le motivazioni alla base del non voto, secondo le voci raccolte sul territorio nella regione che ha registrato il più alto livello di astensionismo: la Calabria. Alle ultime elezioni politiche un cittadino calabrese su due non ha votato. Tra i fattori critici anche il massiccio spopolamento, problema che si acuisce nei paesi dell'entroterra, dove tanti lavoratori e studenti fuori sede non sono riusciti a tornare per votare. Tra le cause: la mancanza dei trasporti e i costi troppo elevati.
Scopriamo quindi le ragioni del non voto con le voci dei sindaci, degli esponenti del territorio e delle imprese, degli studenti tra le province di Crotone, Cosenza, Catanzaro. Con uno sguardo anche alla Sardegna, dove "tutto cambia, ma nulla cambia", ci racconta il primo cittadino di Nuoro, provincia sarda con il maggior numero di astenuti.

Da non perdere

Noi per voi