Reportage22/05/2022

Navigando lungo il Po. Un fiume da ripensare - di Anna Migliorati

E' lungo i 642 chilometri del più grande fiume italiano che verranno spesi 357 milioni di euro delle risorse in arrivo con il piano di ripresa e resilienza...

  • 0

E' lungo i 642 chilometri del più grande fiume italiano che verranno spesi 357 milioni di euro delle risorse in arrivo con il piano di ripresa e resilienza. 71mila chilometri quadrati di bacino idrografico, dalle pendici del Piemonte lungo i tratti di Lombardia ed Emilia-Romagna, nelle zone d'eccellenza dell'agricoltura italiana, fino al Veneto, al Polesinse e al delta. Un fiume che non a caso è stata risorsa anche nell'altro piano di ricostruzione di un'Italia da ripensare, quella del dopoguerra. Ma proprio gli interventi di allora oggi sono l'ostacolo, in un territorio che è molto cambiato. E che ha altre ambizioni: la sostenibilità, l'idroelettrico per garantire autonomia energetica e anche la navigazione per alleggerire il trasporto via gomma. Un progetto che coinvolge tutte e quattro le regioni attraversate dal fiume, 11 provincie, 56 siti. Legati dalle sponde di un unico fiume. Siamo andati a vedere come e cosa attende la gente del Po, in un dialogo con l'Europa da una parte e i territori dall'altro. Nella memoria della gente che lungo il fiume, si passa il testimone di generazione in generazione ci sono anni di secca, come questo, e le grandi alluvioni nel '51, nel 94 e nel 2000. E ora si ritrova ancora una volta al centro di un futuro da immaginare.

Da non perdere

Noi per voi