Reportage20/05/2016

Le amministrative di Radio 24. Napoli al voto, battaglia a 4 per Palazzo San Giacomo

    0

SCOPRI TUTTI GLI APPUNTAMENTI DELLE AMMINISTRATIVE DI RADIO 24

Le elezioni per il 34esimo sindaco di Napoli dal dopoguerra. Ci riprovano quello uscente e lo sfidante di 5 anni fa, poi c'è l'ex assessore che vuole conquistare la fascia tricolore e un napoletano acquisito, nato a Monza. Tutti per Napoli, Napoli senza più emergenza rifiuti, Napoli dove i turisti sono tornati numerosi, dove c'è da giocare la partita di Bagnoli e migliorare il servizio di trasporto pubblico in superficie, al netto della metropolitana più bella d'europa. Napoli dove c'è da lavorare nelle periferie, dove c'è da garantire più sicurezza.

La corsa a Palazzo San Giacomo sede del Comune è più estesa, ma la partita si gioca a 4 con un osservatore d'eccezione, l'ex sindaco della rinascita Antonio Bassolino uscito sconfitto per pochi voti dalle primarie delle polemiche, quelle dove un filmato ha registrato irregolarità rimaste impunite. Ha seguito la campagna elettorale su twitter, strigliando ogni giorno il partito. Lo abbiamo cercato, voglia di parlare non ne ha, vuole restare osservatore del Pd renziano che al suo posto ha scelto Valeria Valente, ex sua pupilla, assessore al turismo della giunta Iervolino, attuale parlamentare. A sostenerla anche la lista verdiniana di Ala. "Il Pd - ci ha detto la Valente - arriva al voto unito e vuole dare a Napoli una possibilità rispetto all'immobilismo e all'isolamento a cui è stata condannata in questi 5 anni". Primo atto in caso di elezione? "Interventi sulla scuola" precisa.

Il candidato da battere è il coriaceo sindaco uscente Luigi de Magistris, emanazione diretta di nessun partito, ma sostenuto da 14 liste, da 5 anni a Palazzo San Giacomo, con una parentesi da sindaco di strada per la sospensione in applicazione della Legge Severino, a seguito della condanna in primo grado per abuso d'ufficio. Reintegrato nella carica dopo 29 giorni trascorsi in strada, è tra la gente che ha costruito il consenso che ora lo dà tra i favoriti nella corsa. "Vincerò al primo turno - ci dice - La mia non è una campagna elettorale contro Renzi". A chi si scandalizza per i toni usati contro il premier ultimamente in un comizio De Magistris ha risposto a Radio 24 con le scuse "mi cospargo il capo di cenere se il problema sono i miei toni - ha detto - e non le tante inchieste che riguardano il Pd e il governo".

Il centrodestra ripropone lo scontro con l'imprenditore Gianni Lettieri, nato alla duchesca, vicino Piazza Garibaldi, l'imprenditore scugnizzo si è definito in un libro, presidente e amministratore delegato di Meridie S.p.A., la prima investment company, interamente privata, istituita nell'Italia Meridionale: a sostenerlo Forza Italia e 12 liste, tutti gli arrabbiati con la gestione De Magistris. ""Andrò al ballottaggio con l'attuale sindaco e questa volta lo batterò" la sua opinione. "Lavoro e sicurezza" ha aggiunto sono le mie priorità.

La vera sorpresa arriva dal nord, da Monza per la precisione dove è nato Matteo Brambilla, da 10 anni residente a Chiaiano. Nessun problema - ci racconta - sono napoletano, giro la città in questa campagna elettorale e la gente mi ascolta. "Nel mio tour elettorale riconosco di essere forse accolto con diffidenza per l'accento ma solo inizialmente, poi - ci ha detto - quando capiscono che amo e conosco Napoli come un napoletano, tutti si sciolgono. Mi batterò perchè nessuno sia costretto a lasciare la città".

Napoli bellissima e sofferente, Napoli dove la criminalità fa paura. Napoli capitale dei contrasti, al sindaco che verrà auguriamo buon lavoro, chiunque sia, i 4 che avete ascoltato, gli altri candidati che si cimentano nell'impresa: Nunzia Amura per il Partito Comunista di Marco Rizzo, Luigi Mercogliano (in campo con Popolo della famiglia, il movimento di Mario Adinolfi), Domenico Esposito (con la lista Qualità della vita per Napoli), Marcello Taglialatela, esponente dei Fratelli d'Italia e Martina Alboreto che si presenta per Fratelli del popolo italiano.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi