Reportage20/11/2021

Euroreportage - A colpi di migranti: quando l'Europa non sa decidere - di Danilo Ceccarelli

Europa porta d'accesso privilegiata dei flussi migratori in cerca del primo mondo...

  • 0

Europa porta d'accesso privilegiata dei flussi migratori in cerca del primo mondo. Per bloccarli, alcuni paesi innalzano difese e progettano muri. Bruxelles ancora non riesce a definire una politica comune e condivisa, come ci spiega Damien Simonneau – specialista della sicurezza frontaliera all'Inalco di Parigi, e si espone così alla guerra ibrida di un regime in crisi di nervi. Tra i Paesi che condividono la frontiera esterna dell'Unione il governo conservatore polacco risponde annunciando muri e cercando di sigillare la sua frontiera. La vicina Bielorussia – piombata da 18 mesi in un drammatico crescendo repressivo nei confronti dell'opposizione interna – cerca di spostare lo scontro su quello che è con ogni evidenza il tallone d'Achille di questa Unione. Proprio dove la repressione è soffocante, gruppi di migranti mediorientali vengono ammessi nel paese e spinti a scaricare la rabbia accumulata sul confine. Una situazione intricata, in cui s'incrociano interessi diversi in un crescendo di tensione e violenza. A comprendere meglio questo dossier ci aiuteranno Juan Fernando López Aguilar, eurodeputato e presidente della Commissione e per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni (LIBE), e Nina Gregori, direttrice dell'Ufficio europeo di sostegno all'asilo. L'ambasciatore Pietro Benassi, Rappresentante permanente dell'Italia presso l'Unione europea, ha invece fatto il punto sulle politiche di ridistribuzione dei migranti.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi