Reportage27/06/2020

EUROREPORTAGE - Bomba Covid sul lavoro, 60 milioni a rischio - di Livia Zancaner

  • 0

15 milioni di persone già licenziate, 45 milioni che usufruiscono di forme di sostegno al reddito e che potrebbero perdere il lavoro, se le misure messe in campo per la ripresa non dovessero funzionare. Sono le stime della Confederazione europea dei sindacati sull'impatto della pandemia di Coronavirus in Europa. Una massa potenziale di 60 milioni di disoccupati, a cui bisogna aggiungere irregolari, precari e lavoratori in nero, quasi tre volte quelli creati dalla crisi finanziaria del 2008-2009. Positive, secondo gli addetti ai lavori, le misure messe in campo dall'Unione europea - dal recovery fund al fondo Sure per la disoccupazione - ma i paesi tardano a rispondere. Il rischio è i lavoratori con sostegno al reddito si trasformino in disoccupati e le imprese chiudano. Fondamentale la disponibilità di fondi in Italia, dove le imprese sono più piccole e quindi più vulnerabili, spiega l'Istat. Tra i settori maggiormente colpiti: turismo, ristorazione e retail, ma anche l'auto. La situazione del comparto automotive in Europa e in Italia è veramente difficile, a marzo e aprile il mercato si è azzerato, sottolinea l'Anfia: servono interventi su ricerca, sviluppo e innovazione per facilitare crescita e aggregazione tra aziende.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi