Radio Next10/02/2019

Nuove frontiere per l'unconventional marketing grazie alle leve digitali

  • 0

Osvaldo Adinolfi è innanzitutto un affermato professionista nell'ambito del marketing non convenzionale, con esperienze consolidate con grandi brand come Procter & Gamble ed agenzie quali Edelman, di cui è stato Senior Vice President Marketing e Creative Director. Da ormai qualche anno è anche docente e coordinatore scientifico ai master di marketing della Business School del Sole 24 Ore.
Lo abbiamo invitato a RadioNext per sapere direttamente da lui come sta cambiando questo approccio al cliente, considerato a torto senza regole, le cui azioni sono state amplificate dalle leve digitali. Ne esce un quadro stimolante, ricco di spunti anche per una piccola impresa che volesse approcciare in maniera non usuale al proprio cliente, senza dover necessariamente tradire la propria brand equity. Certo, fare rumore attira sempre l'attenzione. Ma vi deve essere pertinenza al prodotto/servizio in modo da stimolare e consolidare il ricordo (awareness) e la consideration. Ecco perché un piano unconventional deve prima di tutto essere costruito sul senso della marca e non (solo) sulla spettacolarizzazione.

Da non perdere

Noi per voi