Radio Next27/10/2019

L'uomo al centro dell'uomo

Pensare oggi alla responsabilità sociale di impresa potrebbe apparire ...

  • 0

Pensare oggi alla responsabilità sociale di impresa potrebbe apparire una distrazione di fronte alle spinte evolutive e alle tensioni sociali in atto su scala globale, eppure sono le stesse aziende che di fronte alla latitanza delle istituzioni stanno amplificando gli sforzi per profondere un impegno volto al miglioramento della collettività e delle geografie in cui questa trova humus per realizzarsi.

Le aziende americane del tech si sono schierate in prima fila (www.triplepundit.com) contro la politica di chiusura, rifiuto ed impermeabilità culturale dell'era trumpiana, ma non sono solo le prese di posizione o le importanti battaglie ideologiche a determinare una nuova visione dell'azienda. La necessità di un nuovo umanesimo in grado di rimettere al centro i bisogni, le priorità e i tempi dell'uomo è diventato un mantra attorno al quale il dibattito cresce e si consolida. Non a caso è stato scelto come tema portante del digital summit di Capri (www.eycapri.it), organizzato da Ernst & Young in qualità di capofila di una discussione articolata e ricca di confronti e casi reali su cui riflettere. Un appuntamento importante, un think tank in grado di stimolare il pensiero dei leader imprenditoriali e spingere verso riflessioni ardite ma remunerative.

D'altronde lo stesso Donato Iacovone, Amministratore Delegato di EY Italia lo ha dichiarato ai microfoni di #RadioNext: non basta più generare profitto. La cultura d'impresa deve sostenere e consolidare valori superiori, vicini alle aspettative dei giovani che entrano nel mondo del lavoro e si aspettano percorsi di crescita molto differenti da quelli dei propri genitori.

Durante la tre giorni abbiamo colto anche l'occasione per chiedere a due manager, Gabriele Benedetto, Amministratore Delegato di Telepass e Alessandro La Rocca, CEO di FS Technology di condividere la loro esperienza in ambito CSR e come questa sia stata abilitata ed accelerata dalle tecnologie digitali. Ne emerge un quadro fatto di esperimenti dal basso impatto e dalla grande resa (utilizzare whatsapp per diminuire le riunioni in Telepass) e di investimenti significativi in infrastrutture, formazione e change management, come dimostra la neonata Academy di Ferrovie. Saranno impegni di convenienza o lungimiranti investimenti di lungo periodo?

Da non perdere

Noi per voi