Radio Next14/06/2020

Il lockdown non ferma gli eventi

  • 0

Gli eventi non sono morti ma si trasformano, trovando nuove metodologie e nuove forme, adattandosi al contesto. La #MilanoDigitalWeek è una prova inconfutabile della trasformazione di un enorme evento live in un contesto di lockdown. Ai nostri microfoni Roberta Cocco assessore all'innovazione e alla trasformazione digitale del comune di Milano e Sergio Amati direttore generale di IAB , hanno voluto ribadire la risposta straordinaria di addetti ai lavori e partecipanti.

I 600 eventi live previsti si sono tramutati in più di 500 appuntamenti online con oltre 120.000 partecipanti. Il lockdown ha sicuramente stravolto l’evento, e le sue caratteristiche di unicità e non ripetitività, ma ha portato vantaggi inaspettati come la modalità di fruizione on demand con contenuti accessibili in maniera più comoda e agevole. La forzatura da lockdown ha inoltre attirato consumatori con più tempo libero che hanno beneficiato delle tematiche trattate: lavoro, competenze trasversali, formazione, intelligenza artificiale e molte altre .

Ripensare agli eventi in maniera totalmente digitale è possibile e le aziende stanno provando a riprogettare l’experience dei consumatori. La sfida è riuscire a mantenere alta e costante l'attenzione non facendo percepire il divario tra evento fisico e live streaming; i contenuti devono essere di alta qualità, pensati per il proprio target, valorizzando l'interazione con l'utente che è posto al centro dell’evento. Ad esempio la presentazione della Jaguar F-Pace nel 2016, nata come progetto streaming presentava un format dedicato agli utenti del Jag Club, e prevedeva la presenza di un giornalista, che si occupava di curare scaletta, intrattenimento e interazione con il pubblico da casa (fra cui la ricezione di domande), e di un ingegnere dell'azienda, con il compito di entrare molto nel vivo degli aspetti tecnici della nuova auto e rispondere alle domande da casa. Era inoltre possibile per gli spettatori scegliere il punto di vista, selezionando un canale in cui erano visibili solamente le immagini dei dettagli dell’auto ripresi da una steady-cam, accompagnate dal solo audio dei conduttori.

Uno dei settori che ha risentito maggiormente della crisi che stiamo vivendo è quello concertistico. Dopo aver assistito in occasione dell’Eurovision song contest ad un'esibizione dell’artista Diodato reo vincitore del Festival di Sanremo, in un’arena di Verona vuota e spettrale, durante la #MilanoDigitalWeek è stato organizzato un concerto live del cantautore milanese Venerus che ha suonato accanto ad una locomotiva a vapore del 1909, nel museo Leonardo Da Vinci di Milano . L'evento contro ogni aspettativa ha registrato più di mille spettatori paganti ribadendo da parte dei consumatori la voglia di adattarsi al cambiamento e alle nuove modalità di fruizione.

Roberta Cocco afferma che da questa esperienza si è imparato tanto; tutte le modifiche innaturali e inaspettate delle nostre vite e del nostro modo di concepire gli accadimenti di qualsiasi tipo, servono ad affrontare il futuro con più consapevolezza e in maniera più forte, più serena, con nuovi strumenti e metodologie da integrare al nostro recente passato. 

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi