Radio Next28/04/2019

Il dubbio amletico dell'ecommerce: marketplace o negozio proprio?

  • 0

Se lo chiedono in tanti, sia le industrie produttrici di beni e servizi che i dettaglianti: entrare in un marketplace, ossia un 'supermercato' online e usufruire della sua piattaforma e dei suoi servizi per la vendita della propria merce o aprire un proprio store online e vendere direttamente al proprio Cliente? Una domanda a cui non è facile rispondere. Per questo abbiamo chiamato Alessandro Barchetti, direttore Marketing di Unes Supermercati a RadioNext e abbiamo raccolto il suo parere. Nella nostra lunga chiacchierata, che potete riascoltare in versione integrale in podcast, Alessandro ci ha raccontato dell'esperienza di Unes con il marketplace di Amazon, peraltro con la scelta strategica di una propria private label di alta gamma e di come poter sfruttare queste due soluzioni in ambiti e con obiettivi differenti. Abbiamo anche parlato di come sta cambiando l'experience di acquisto nel supermercato e di come questi sono destinati ad una radicale trasformazione di uso e frequentazione: alcuni prodotti spariranno, il refill sarà governato dall'intelligenza artificiale; i negozi diventeranno un luogo di incontro, dove fare incontrare i prodotti e la ristorazione. E non potevamo esimerci da un approfondimento sul ruolo del negozio di prossimità all'interno del sistema di acquisti digitali. Vi avevo promesso il link di un interessante esperimento fatto a Roma da un gruppo di negozi tradizionali che sono stati aggregati sotto un unico cappello per fornire servizi efficienti, prodotti di alta qualità e una piattaforma unica di acquisto. Vale la pena dargli un'occhiata e studiarselo per capire le potenzialità delle piattaforme di trasazione online per i piccoli imprenditori ed esercenti.
Di nuovo, manca una visione di lungo periodo da parte degli imprenditori, preoccupati più a difendere il margine nel breve che a comprendere le direzioni del mercato e ricavarsi uno spazio all'interno del contesto competitivo nel quale, loro malgrado, si trovano ad operare. Ma non sarà un scelta tecnologica a risolvere la questione: chi ha pensato di affrontarla così si è fatto male e ha fatto due passi indietro. Con la paura di tirare nuovamente i dadi e ripartire dalla casella 1

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi