Personal Best 29/05/2022

100km di emozioni

Dopo due anni di stop la 100km del Passatore ha riacceso i cuori degli appassionati...

  • 0

Dopo due anni di stop la 100km del Passatore ha riacceso i cuori degli appassionati. Un lungo viaggio da Firenze a Faenza che per molti è anche un viaggio interiore.
Un'edizione numero 48 ricca di tante emozioni: per il ritorno al percorso tradizionale, per il numero di partecipanti, e per essere la prima edizione senza l'anima di questa festa, Pietro Crementi. Per tutti era semplicemente Pirì, scomparso il 19 dicembre 2021. Direttore di gara e uno dei fondatori del Passatore, fin dal 1973.
La gara nel frattempo conserva quel sapore epico, che accende la voglia di mettersi in gioco in qualcosa che sposta il limite in chilometri ed emozioni inesplorati.
E c'è qualcosa di epico anche nel podio, in quel terzo posto occupato da Giorgio Calcaterra . Classe 1972 e fuoriclasse indiscusso dell'ultramaratona internazionale. Tre titoli mondiali della 100km, dodici vittorie consecutive proprio alla 100km del Passatore (dal 2006 al 2017) e tanto altro.
Ne parliamo con Daniele Menarini, Direttore del Magazine Correre e con Giorgio Calcaterra.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi