Si può fare29/04/2018

Una taglia sugli sporcaccioni

  • 0

Continua la battaglia dei sindaci italiani per il decoro dei centri storici cittadini: l'ultimo nell'ordine è il nostro ospite di oggi, il primo cittadino di Pistoia Alessandro Tomasi che ha appena approvato con il Consiglio comunale un regolamento che dice stop a nuove aperture di sexy shop, money transfer, fast food, internet point e prevede solo insegne scritte in italiano.

Altro sindaco, altra battaglia per il decoro urbano: Filippo Lazzarin, numero uno del municipio di Arzergrande in provincia di Padova, ha messo una taglia di 200 euro contro chi abbandona i rifiuti.

Un Festival sulle Fake News a Udine: si parla di disinformazione e notizie false, ma la notizia del festival è vera e ce la confermano Gabriele Franco, curatore dell'evento e presidente di Elsa Udine e Massimo Polidoro, giornalista ,co-fondatore e segretario del CICAP, tra gli ospiti della manifestazione.

Giorgio Zampetti, direttore generale di Legambiente porta ai nostri microfoni la campagna "Io sono legale", lanciata in alcuni mercati rionali di Campania e Veneto contro i sacchetti di plastica fuori legge. E' infatti emerso, da indagini Legambiente e dall'ultimo "Rapporto Ecomafie", che un sacchetto su due in circolazione è di finta bioplastica. Cosa c'è dietro? Gli affari sporchi della criminalità organizzata.

Da non perdere

Ascolta anche

Noi per voi