Si può fare07/11/2020

Si può fare lo stesso

  • 0

Sono giorni difficili per l'Italia, divisa in tre zone e soggetta a nuove limitazioni a causa del coronavirus. In questo contesto, però, c'è chi non si è arreso e ha pensato a un nuovo modo di fare le cose. Pensiamo ad esempio al Museo Fondazione Palazzo Magnani di Reggio Emilia, che racconterà le sue mostre al telefono. Ne parliamo con il direttore Davide Zanichelli.

A distanza, poi, si possono fare attività didattiche come #tu6scuola, progetto di CIAI onlus che coinvolge i bambini delle medie di sei città in tutta Italia, impegnandoli nella scrittura di un diario della pandemia. E' con noi Paola Cristoferi, responsabile del progetto. 

A distanza, si può anche controllare la qualità dell'aria e calcolare l'impatto che hanno gli alberi su di essa. Ci spiega come Alessandro Alivernini, ricercatore CREA e responsabile del progetto "Air Tree". Di alberi, adottati e piantati a distanza, ci parla anche Federico Garcea, uno dei cofondatori di Treedom

A distanza si può anche lavorare, soprattutto in questo periodo, per questo in molti cercano una nuova vita in campagna. Con il vice sindaco di Parrano (Terni) Isabella Tedeschini, andiamo alla scoperta di un comune che si è organizzato per ripopolarsi e garantire tutti i comfort a chi sceglie di trasferirsi in questo paesino in collina. 

Prima di salutarci vi raccontiamo una storia di business a distanza. E' con noi Julia Alieva, fondatrice di Granny's, l'e-shop che permette di comprare maglioni fatti a mano da vere babushke.

Da non perdere

Noi per voi