I Padrieterni20/01/2020

Il meglio di

Paolo Hendel: Io, babbo attempato

L'attore e comico Paolo Hendel, ospite de  I Padrieterni  , di Federico Taddia e Matteo Bussola, spiega cosa significhi diventare padre in età avanzata: «Sono a tutti gli effetti quello che si dice un primiparo attempato , che è una cosa tremenda come definizione e io ci sono dentro. Per me essere papà è stato deciso un po tardi e ci sono dei rischi. Per esempio, sento dire dagli esperti che i figli fino a 13 anni, 12, considerano i propri genitori dei supereroi, ma non dura. Perché dai 13 anni in poi ti considerano un imbecille. Non da un giorno, ma da un ora all'altra addirittura, improvvisamente. Però c è una speranza per finire in positivo: ad un certo punto ti rivalutano. Da 35 a 40 anni cominciano a pensare che i propri genitori non siano proprio da buttar via. Solo che, essendo io un babbo anziano, c è il rischio per me che mia figlia arrivi solo alla fase intermedia, quella in cui si considera il babbo un imbecille e che io me ne vada all'altro mondo senza aver avuto la possibilità, il modo e il tempo di farle cambiare idea».

Da non perdere

Noi per voi